Il primo passo per una corretta Pianificazione Previdenziale è di verificare la propria posizione contributiva accedendo ai dati personali presenti presso l’INPS (istituto nazionale della previdenza sociale), per poi controllare la correttezza dei dati inseriti nel cassetto previdenziale.

Con questo processo è possibile conoscere i requisiti necessari per accedere alla pensione pubblica, verificare se esiste anche la possibilità di accedere anticipatamente alla pensione,                      oltre a conoscere l’età giusta in cui si andrà in pensione, secondo i requisiti normativi vigenti.

Purtroppo, in Italia persiste il rischio di ricevere una pensione poco adeguata, che non va sottovalutato e che risulta al primo posto fra le minacce percepite alla sicurezza economica famigliare, derivante dai metodi di calcolo, dagli anni di contributi versati e dal sistema di contribuzione di appartenenza, dati impattanti e poco noti alla maggior parte dei futuri pensionati